Mozambico Africa

Oratta, acqua potabile e servizi igienici nelle piccole città del Mozambico

Il progetto Oratta sostiene sei distretti di Cabo Delgado e Nampula nell’ampliamento dei sistemi di acqua potabile. Allo stesso tempo, il team del progetto sta formando le autorità, le commissioni idriche locali e le aziende per migliorare l’affidabilità e la qualità delle forniture di acqua esistenti. Oratta sta anche migliorando i servizi igienici di base e promuovendo l’igiene nelle scuole, perché solo così la popolazione può proteggersi dalle malattie trasmesse dall’acqua contaminata e dalla scarsa igiene.

Ingrandisci la mappa

Obiettivi e impatti del progetto

L’obiettivo generale è quello di migliorare le condizioni di vita della popolazione svantaggiata nelle aree rurali e nei sobborghi del Mozambico settentrionale attraverso l’accesso all’acqua potabile e ai servizi igienici. La popolazione di 80 insediamenti, periferie e quartieri urbani ha accesso all’acqua potabile, ai servizi igienici e alle strutture per lavarsi le mani. Le autorità, il settore privato, i comitati per l’acqua e i servizi igienici dei villaggi sono in grado di fornire servizi sostenibili e di buona qualità. Le condizioni quadro per l’approvvigionamento idrico e i servizi igienici verranno così migliorate.

Il progetto contribuisce a migliorare le condizioni di vita, soprattutto della popolazione più svantaggiata nelle aree rurali e semi-urbane del Mozambico settentrionale. L’obiettivo è far sì che le persone siano meno soggette a malattie causate dall’acqua inquinata e che donne e ragazze debbano impiegare meno tempo per la raccolta dell’acqua, permettendo così soprattutto alle ragazze di andare a scuola. E soprattutto, contribuisce alla dignità delle persone coinvolte.

Aggiornamento attività 2023:

In risposta all’elevato livello di disuguaglianza sociale, dal 2017 nella provincia di Cabo Delgado sono aumentati gli attacchi armati alle infrastrutture private per l’energia, i trasporti e le comunicazioni, nonché a strutture pubbliche come scuole e centri sanitari. Migliaia di persone sono fuggite dalla violenza. All’inizio del 2022, anche i distretti di Chiúre nella provincia di Cabo Delgado e di Memba a Nampula sono stati colpiti da violenze e sfollamenti. Helvetas ha dovuto sospendere temporaneamente le attività del progetto in alcune aree. Nel 2023 la situazione si è un po’ calmata, ma ci sono stati incidenti isolati a Cabo Delgado.

Il ciclone Freddy, estremamente forte e di durata insolita, è atterrato in Mozambico due volte di seguito. Le forti piogge che hanno accompagnato la tempesta tropicale hanno causato frane e inondazioni. Poiché molte forniture idriche e latrine sono state danneggiate e i pozzi sono stati contaminati, molte persone sono state infettate da malattie gastrointestinali e il colera si è diffuso in varie parti del Paese. Il numero di casi di Covid è diminuito nel corso dell’anno di riferimento, inducendo il governo a revocare le relative restrizioni. Ciò ha reso possibile la realizzazione di attività di sensibilizzazione, che nel 2022 erano state rinviate.

Comuni solidali:

  • Coldrerio/
  • Flawil/
  • Frenkendorf/
  • Therwil/

Dettagli del progetto


Numero di beneficiari Acqua potabile: 10000 Persone

Numero di beneficiari Servizi igienici: 35050 Persone

Durata del progetto: 12.2021 – 12.2025


Organizzazione: Helvetas


Fondi richiesti tramite SES: 46’080 CHF


Raccomandazione di Aguasan:

Data la rilevanza del progetto per la popolazione svantaggiata del Mozambico e il buon approccio istituzionale e formativo che coinvolge le autorità locali, i comitati per l’acqua, le imprese e l’attenzione alle scuole con un approccio collaudato, si raccomanda di finanziare il progetto. Tuttavia, alcuni aspetti rimangono poco chiari nella domanda e dovrebbero essere inclusi e dettagliati nelle relazioni sul progetto e nelle potenziali nuove domande.

 


Importanti risultati finali

RISULTATI RAGGIUNTI NEL 2023

  • Riabilitazione di 17 pozzi con pompe a mano (dieci nel distretto di Eráti, sette in quello di Chiúre), consentendo a 5.100 persone di avere nuovamente accesso all’acqua potabile.
  • È stato trivellato un pozzo in ciascuna delle due “Scuole Blu”.
  • Sono state costruite o realizzate latrine stabili per 9 famiglie con un totale di 45 membri.
  • Sviluppo di una strategia per la promozione dei servizi igienico-sanitari nelle aree urbane
  • Campagna per la gestione sicura dell’acqua, l’igiene, l’uso e la manutenzione delle latrine e l’igiene mestruale (10.500 persone raggiunte)
  • Creazione di 12 commissioni per i servizi igienico-sanitari (con particolare attenzione ai servizi igienico-sanitari urbani)
  • In due distretti è stata sviluppata una strategia per la promozione partecipativa dei servizi igienico-sanitari.
  • Tre operatori privati di forniture idriche hanno ricevuto una formazione per la loro gestione e il loro funzionamento sostenibile
  • 15 rappresentanti di associazioni artigianali hanno partecipato a workshop per sviluppare modelli di business per partenariati pubblico-privati per la costruzione di latrine sicure
  • 27 sarti hanno imparato a produrre assorbenti igienici riutilizzabili a prezzi accessibili.
  • Dieci comitati per l’acqua e l’igiene sono stati formati al funzionamento e alla manutenzione dei pozzi riabilitati con pompe a mano e hanno ricevuto informazioni sull’igiene mestruale.
  • 50 insegnanti di quattro “Scuole Blu” hanno imparato a sensibilizzare i bambini sui temi dell’acqua, dell’igiene e della tutela dell’ambiente durante le loro lezioni.
  • 4 incontri con le autorità distrettuali responsabili dell’istruzione e delle infrastrutture, scambio con i dipartimenti dell’istruzione delle province di Cabo Delgado e Nampula, presentazione in occasione di due eventi organizzati dagli organismi di coordinamento intersettoriale per l’acqua e l’igiene.
  • Organizzazione di eventi pubblici di sensibilizzazione in occasione delle Giornate Internazionali del Lavaggio a Mano e dell’Igiene Mestruale.
  • Video sulla produzione e l’uso degli assorbenti igienici
Verso l'alto