Madagascar Africa

Rano Aina – Acqua per vivere

Il progetto Rano Aina (= “acqua per vivere” in malgascio) risponde al grande bisogno della popolazione nei due distretti di Betioky e Ampanihy, situati nel sud arido del Madagascar, di acqua potabile e di una migliore alimentazione. L’acqua è resa accessibile grazie allo scavo di pozzi. Ogni pozzo è collegato a un abbeveratoio per il bestiame. Inoltre, il progetto promuove i gesti basilari per una corretta cura del corpo e la costruzione di latrine. L’obiettivo è cambiare l’abitudine di espletare i propri bisogni corporali nella natura, prassi all’origine della diffusione di malattie gastro intestinali. Infine il progetto interviene nelle scuole con i programmi WASH e écoles bleues per l’inclusione di pratiche igieniche, sanitarie ed ecologiche nell’educazione primaria.

Ingrandisci la mappa

Obiettivi e impatti del progetto

Migliorare le condizioni di vita delle persone più vulnerabili in Madagascar grazie a un utilizzo accresciuto dell’acqua potabile, a infrastrutture sanitarie e alla corretta igiene del corpo.

1. L’accesso durevole all’acqua potabile è accresciuto, i servizi fognari così come l’igiene a casa e nelle scuole sono migliorati.
Il consumo di acqua potabile, ossia priva di agenti patogeni responsabili di malattie gastro intestinali, migliora la salute, soprattutto delle bambine e dei bambini piccoli; l’utilizzo sistematico di latrine, pur semplici, diminuisce ulteriormente il rischio di infezioni. Godere di buona salute è una delle condizioni necessarie a un buon sviluppo (capacità di lavorare, studiare, svolgere attività da reddito, avere una vita sociale).
2. I principali attori locali sono mobilitati e formati per pianificare, implementare, gestire, far funzionare, mantenere e monitorare efficacemente i servizi di approvvigionamento idrico e di depurazione.
La presa a carico integrale delle infrastrutture idriche e delle infrastrutture igieniche da parte della popolazione locale è da una parte la garanzia che il loro accesso rimanga garantito alle persone più povere e dall’altra che ne sia garantita una buona tenuta nel tempo.
3. La popolazione dell’area del progetto è consapevole dell’importanza delle buone pratiche igieniche e sanitarie, così come delle buone pratiche ambientali (école bleue).

Comuni solidali:

  • Lugano/

Dettagli del progetto


Numero di beneficiari Acqua potabile: 11218 Persone

Numero di beneficiari Servizi igienici: 11218 Persone

Durata del progetto: 07.2020 – 06.2023


Organizzazione: Azione Quaresimale


Fondi richiesti tramite SES: 164’750 CHF


Raccomandazione di Aguasan:

Come evidenziato dal secondo parere si Aguasan, l’ampio progetto si trova nella sua terza fase, pertanto i fondi richiesti contribuiscono a un progetto molto ampio che è già finanziato per 2/3 da altri enti (DSC) per l’anno in corso. Si tratta di una proposta particolarmente ben scritta e documentata per un progetto che, ovviamente, beneficia molto della comprovata struttura di sostegno e dell’esperienza dei partner esecutivi locali. Il progetto è pertinente e sviluppato con partner esperti e merita il sostegno necessario al suo svolgimento.


Verso l'alto